Logo Museo Villa dei Cedri - Bellinzona Logo Museo Villa dei Cedri - Bellinzona

DEU  |  FRA  |  ENG

Ritorna

Condividi  

In(de)finiti luoghi. Utopie architettoniche e realtà artistiche

Museo Civico Villa dei Cedri
11 marzo - 6 agosto 2017

"Il mondo della surmodernità non si commisura esattamente a quello in cui crediamo di vivere; viviamo, infatti, in un mondo che non abbiamo ancora imparatao a osservare. Abbiamo bisogno di re-imparare a pensare lo spazio." Marc Augé, Nonluoghi: introduzione a una antropologia della surmodernità, 1992.

 

Una decina di artisti svizzeri propongono le loro visioni di spazi globalizzati, di "luoghi indefiniti" tipici del mondo contemporaneo. Disegni, dipinti, immagini di sintesi, installazioni inedite, immersive o interattive, danno vita a universi paralleli, talvolta strani e inquietanti; nuove dimensioni, riflesso delle nostre preoccupazioni sociopolitiche, o luoghi di memoria.

In collaborazione con il Centro d’arte contemporanea di Yverdon-les-Bains.

 

Con Pier Giorgio De Pinto, Guillaume Estoppey, Pascale Favre, Joëlle Flumet, Luca Frei, Sebastien Mettraux, Yves Netzhammer, Tobias Nussbaumer, Camille Scherrer, Jerôme Stettler.

 

---

 

Con il sostegno di:


-    Città di Bellinzona

-    Repubblica e Cantone Ticino - Fondo Swisslos

-    Prohelvetia

-    Comune di Yverdon-les-Bains

-    AMB

-    Percentuale Migros
-    Canton de Vaud

-    Canton de Genève

-    Fondazione Oertli

Installazione di Luca Frei (Lugano *1976), "Counterforms" e "Senza Titolo", 2017, legno, cotone colorato. Courtesy the artist
Sébastien Mettraux (Vallorbe *1984), "Sans titre", 2014, legno, PVC, acciaio dipinto, suono, 240 x 50 x 50 cm. Courtesy the artist
Joëlle Flumet (Genève *1971), "I would prefer not to 2.0" (dettaglio), 2007/2017, installazione con retroproiettori e stampe cromogeniche su pellicole trasparenti,
tende a lamelle verticali, dimensioni variabili. Courtesy the artist
Yves Netzhammer (Schaffhausen *1970), "Peripheries of bodies" (dettaglio), 2012, videoproiezione, colore, suono, 17 min. Courtesy the artist
Camille Scherrer (Morges *1984), "Follow the Birds", 2014, cabina fotografica automatica per uccelli. Courtesy the artist
Jérôme Stettler (Lausanne *1966), "Display City" (dettaglio), 2011-2014, serie di 9 dipinti e un tondo, alchido su legno, 45 x 95 cm. Courtesy the artist
Tobias Nussbaumer (Basel *1987), "o.T. (Modul)", 2017, tecnica mista, 230 x 140 x 140 cm. Courtesy the artist
Guillaume Estoppey (Lausanne *1975), "Assignation", 2013, pastello su tessuto non tessuto, 100 x 140 cm. Courtesy the artist
Pier Giorgio De Pinto (Civitavecchia (I), *1968), "Capitolo primo. L’astratta qualità del ricordo" (dettaglio), 2017, legno, colore, faretti solari, 238 x 180 cm. Courtesy the artist
Pascale Favre (Genève *1970), "Projections" (dettaglio), 2017, istallazione con scatole di cartone e disegni all’inchiostro di china su carta, dimensioni variabili. Courtesy the artist

Museo Villa dei Cedri - Bellinzona Musei - Città di Bellinzona

© 2018  |  crediti  |  note legali  |  contatto