Logo Museo Villa dei Cedri - Bellinzona Logo Museo Villa dei Cedri - Bellinzona

DEU  |  FRA  |  ENG

Ritorna

Condividi  

Hortus conclusus. L'illusione di un paradiso

Museo Villa dei Cedri, Bellinzona
3 giugno - 8 novembre 2020

È possibile analizzare le nostre società contemporanee, in particolare quelle occidentali, alla luce dei temi religiosi e dei miti antichi che le hanno fondate? Questa è la domanda posta dalla mostra «Hortus conclusus. L’illusione di un paradiso» a partire dall’allegoria cristiana del giardino recintato – immagine del Paradiso e della verginità di Maria – e dal mito greco del Ratto di Europa, che narra il viaggio eroico di una fanciulla rapita, fondatrice della civiltà europea. Se l’arte occidentale ha assimilato e propagato queste due iconografie sin dal Medioevo, il loro studio offre tutt’oggi una chiave di lettura per contemplare le opere di artisti contemporanei che esplorano il rapporto tra l’uomo e il suo territorio, fra identità e cultura. Come gli Stati Uniti, l’Europa sembra difendere oggi l’idea di un hortus conclusus , un nuovo Eden inaccessibile e cinto da mura, sia fisiche che mentali. La metafora terapeutica del giardino, tradizionalmente percepito come luogo di ritiro contemplativo e spirituale, ha lasciato posto alla visione di un paese, che incarna la speranza di una vita migliore dall’«altro lato» del muro.


Le opere degli artisti contemporanei dialogheranno con le stampe antiche di Albrecht Dürer, Heinrich Aldegrever, Martin Schongauer, Hendrick Goltzius e Remoldus Eynhoudts.

 

Artisti in mostra:

Tonatiuh Ambrosetti, Jean-Marie Appriou, Mirko Baselgia, Jean Bedez, Hicham Berrada, Laura Henno, Alain Huck, Eva Jospin, Mathias Kiss, Emma Lucy Linford, François Malingrëy, Omar Mismar, Adrien Missika, Sandrine Pelletier, Pierre et Gilles, Annaïk Lou Pitteloud, Recycle Group, Mustafa Sabbagh, Conrad Willems.



Con il sostegno di

 

- Città di Bellinzona

- Repubblica e Cantone Ticino – Fondo Swisslos

- AMB

- Ernst und Olga Gubler-Hablützel Stiftung

- Percento culturale Migros Ticino

- Canton de Vaud

 

 


Sandrine Pelletier (Losanna, 1976), Who fears the Others, 2017, specchi, 85 x 220 cm, Courtesy the artist
Jean-Marie Appriou (Brest, 1986), The breath of the suns (dettaglio), 2018, alluminio fuso, pezzo unico , ca. 65 x 150 x 225 cm, Courtesy the artist & Galerie Eva Presenhuber, Zurigo / New York, © Stefan Altenburger Photography, Zurigo
Heinrich Aldegrever (1502-1555/61), Maria mit Kind auf der Rasenbank, 1503, incisione su rame, 10.8 x 6.8 cm, Zürich, Graphiche Sammlung ETH, inv. D 7693, © ETH-Bibliothek Zürich, Graphische Sammlung / D 7693 / Public Domain Mark 1.0
Adrien Missika (Parigi, 1981), As the Coyote Flies (dettaglio), 2014, video a colori in HD con suono, 14’35’’, diretto, filmato e curato da Adrien Missika, musica di Victor Tricard, prodotto dal Centre Culturel Suisse Paris, Courtesy the artist
Pierre et Gilles (Pierre Commoy, La Roche-sur-Yon, 1950 e Gilles Blanchard, Le Havre, 1953), La Vierge à l’enfant (Hafsia Herzi & Loric), 2009, fotografia, getto d’inchiostro su tela e pittura ad olio, pezzo unico , 260.5 x 194.5 cm, Courtesy the artists & Galerie Templon, Parigi / Bruxelles, © Pierre et Gilles
Jean Bedez (Colmar, 1976), Senza titolo, 2018, scultura in gesso, 7 x 23 x 13 cm (scultura), 11.5 x 14 x 20.5 cm (base), courtesy the artist & Galerie Suzanne Tarasieve, Paris © Photo: Pierre Maulini. Sullo sfondo opera di Mustafa Sabbagh (Amman, 1961), Made in Italy© – Handle with Care, 2015, 27 stampe lambda su box in legno bianco + 3 stele espositive in legno bianco serigrafate, 32 x 45 x 8 cm, Courtesy the artist
Emma Lucy Linford (Vevey, 1992), Il vestito della regina, 2020, ricamo e pastello a olio su tela di cotone (3 elementi), 210 x 140 x 0.5-0.25 cm, Courtesy the artist, © Photo: Pierre Maulini
François Malingrëy (Nancy, 1989), Le Jardinier aux fleurs gisantes, 2020, tecniche miste , ca. 170 x 600 x 360 cm (dimensioni variabili), Courtesy the artist, © Photo: Pierre Maulini
Sandrine Pelletier (Losanna, 1976), A shadow of a shadow, 2020, pittura acrilica acquarellata, ca. 250 x 2200 cm, Courtesy the artist, © Photo: Pierre Maulini
Annaïk Lou Pitteloud (Losanna, 1980), Limit of control, 2020, gesso, ca. 210 m (dimensioni variabili), Courtesy the artist, © Photo: Pierre Maulini
Conrad Willems (Ostende, 1983), Construction, 2017, 500 blocchi di arenaria Borrèze beige, 275 x 120 x 110 cm, Courtesy the artist, © Photo: Pierre Maulini

Museo Villa dei Cedri - Bellinzona Musei - Città di Bellinzona

© 2018  |  crediti  |  note legali  |  contatto